Ambiente

Ambiente e territorio

L’etica ambientale è uno dei cardini fondativi di Fonderie Palmieri S.p.A. ed è con questo spirito che l’azienda ha creato anche un apposito Ufficio Ambiente per un monitoraggio continuo e scrupoloso delle emissioni. Vengono effettuati controlli periodici su tutti i tipi di emissioni, polveri, acque, fumi ed acustiche, perché siano sempre al di sotto dei limiti consentiti dalla legge.

Inoltre Fonderie Palmieri è in possesso della CERTIFICAZIONE ISO 14001/2015 dal 2012, una certificazione di gestione ambientale, frutto di una scelta volontaria dell’azienda, al fine di controllare e migliorare il proprio impatto sull'ambiente.
L’attenzione del sistema industriale verso la salvaguardia dell’ambiente è un'opportunità di sviluppo. Con una gestione attiva volta al miglioramento delle prestazioni ambientali, al contenimento degli inquinanti, all’ottimizzazione dei processi, si rafforza anche la competitività industriale e si guarda al futuro del nostro pianeta.

DICHIARAZIONE REACH

Fonderie Palmieri S.p.A. (CODICE ATECO 24.51) è una fonderia di seconda fusione in terra che produce getti di ghisa con una potenzialità produttiva superiore a 20 tonn/giorno.

Fonderie Palmieri S.p.A. rientra pertanto nell’attività IPPC n. 2.4 dell’allegato VIII parte seconda Titolo III-bis del D.Lgs. n. 152/06 e s.m.i., ed è in possesso di regolare autorizzazione A.I.A. n. 2562 del 16/07/2013 con ultimo aggiornamento Decreto dirigenziale della Regione Toscana n. 17075 del 22/11/2017.

Ogni anno, entro il 30 di Aprile la nostra azienda è tenuta ad inviare alla Regione Toscana (DG Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici Settore Rifiuti e Bonifiche dei Siti Inquinati – Autorizzazione Integrata Ambientale) le relazione annuale.

L’articolo 29-decies co. 2 del D.Lgs 152/06 e s.m.i. prevede che il gestore dell’azienda trasmetta i dati relativi ai controlli delle emissioni, la sintesi degli autocontrolli prescritti, più un compendio di dati relativi alla gestione degli impianti, richiesti dall’autorizzazione integrata ambientale secondo la modalità e la frequenza stabilite nell’autorizzazione stessa.

QUADRO EMISSIVO

Tutti gli impianti sono dotati di sonde per il monitoraggio in continuo delle polveri.

Performance ambientali

Rapporto tra rifiuto e ghisa prodotta

ton/ton

La gestione dei rifiuti speciali è sempre stata per la nostra azienda un punto di forza. Da anni abbiamo stipulato accordi commerciali con i principali attori della catena della gestione dei rifiuti. Piu’ del 95 % dei nostri rifiuti sono destinati al recupero.

Ogni anno, come previsto dalla normativa, i nostri rifiuti sono oggetto di scrupolose analisi da parte di laboratori specializzati. Il rapporto tra rifiuti prodotti e ghisa fusa è molto stabile grazie ad un ciclo produttivo consolidato ed affidabile.

Nel corso degli anni la selezione sempre più attenta dei rifiuti ha fatto aumentare il numero dei CER prodotti, che a partire da Gennaio 2018, vengono gestiti anche attraverso un apposito software.

Rapporto tra energia e ghisa prodotta

kwh/kg

Il 2018 segna un’importante inversione di tendenza nell’efficienza energetica, frutto di un’importante campagna di efficientamento che è tuttora in corso.

Il picco negativo del 2017 scontava, nel primo semestre dello stesso anno, la messa a regime della siviera di colata automatica Induga Puma pro1500. I risultati di tali sforzi erano già ampiamente evidenti nel secondo semetre del 2017 e sono stati abbondantemente confermati nel 2018.

L’azienda sta lavorando per migliorare ulteriormente le proprie perfomance e si pone l’obiettivo di arrivare alla Certificazione Energetica ISO 50001 entro la fine dell’anno 2020.

Rapporto tra gas e ghisa prodotta

Sm³/ton

Le ghise speciali sono diventate uno dei punti di forza di Fonderie Palmieri negli ultimi anni. Oggi il settore delle ghise speciali copre circa il 20% del volume prodotto. Tutte queste ghise sono soggette a trattamento termico. La nostra azienda in questi anni ha acquisito 3 forni per il trattamento termico, che consentono la totale autonomia nella gestione di tale processo. I forni sono dotati di sofisticati sistemi di controllo dei consumi del gas e delle temperature. Ogni ciclo di trattamento viene verificato da tecnici esperti e qualificati ed i grafici sono archiviati con appositi software. Il settore è in continua crescita, pertanto prevediamo per i prossimi anni ulteriori incrementi sui consumi di gas.

Rapporto tra acqua e ghisa prodotta

m³/ton

Fonderie Palmieri attinge l’acqua per il processo produttivo da un pozzo di cui possiede regolare autorizzazione all’emungimento. L’ incremento costante dei consumi di acqua è dovuto al continuo incremento produttivo. Nel 2015 l’azienda ha installato un impianto di recupero e di trattamento delle terre di fonderia (il primo in Italia) che necessita di importanti volumi di acqua atti a mantenere costante la temperatura di utilizzo della terra.

L’acqua di pozzo viene utilizzata anche per i servizi igienici (bagni e docce), per il raffreddamento dei forni fusori e per il raffreddamento dei compressori. La temperatura dell’acqua in uscita dai compressori si aggira intorno ai 35/45 °C e viene accumulata in una vasca ed utilizzata per uso sanitario.

Una caldaia modula la temperatura di uscita dalla cisterna. L’eccedenza idrica viene reimmessa nel circuito di raffreddamento, ritornando alle prime vasche interrate di raccolta.

PERFORMANCE AMBIENTALI